La Fisica dei Fulmini

 I fulmini sono una spettacolare manifestazione dell’elettricità in natura e consistono essenzialmente in scariche elettriche che attraversano la Troposfera, (cioè la parte bassa dell’atmosfera terrestre), a causa della grande differenza di potenziale raggiunta tra due corpi: le nubi e la superficie terrestre (e non solo). Come si collega tutto ciò con quanto studiato finora? Quando i valori di tale d.d.p. sono talmente elevati da “rompere” gli atomi dell’aria, gli ioni già presenti nella Troposfera, accelerati da forze elettriche molto intense, urtano in rapida successione le molecole neutre producendo ulteriore ionizzazione. Il massiccio flusso di cariche elettriche riduce allora la d.d.p. e la scarica elettrica si arresta velocemente.

 La luce (detta Lampo) che rende il fulmine nettamente visibile è dovuta agli atomi che perdono energia dopo averla acquistata a causa degli urti con gli ioni.

 I fulmine possono essere scariche elettriche – improvvise e violente – tra una nube e la superficie terrestre e sono i più pericolosi perché possono ovviamente colpire l’uomo e causare i maggiori danni. Non sono però fortunatamente i più comuni, i più frequenti sono le scariche aeree interne alle nubi, il meccanismo è simile a quello precedente e provocano quasi unicamente lampi.

Questo articolo è parte integrante del CORSO DI FISICA

Trovi le altre lezioni ai seguenti link:

Elettromagnetismo: Teoria e Problemi Svolti (Menù)

Fisica Scuola Superiore:Teoria & Esercizi

L’ARTICOLO CONTINUA SUI PDF

POSSIBILE DOWNLOAD PER SMARTPHONE E TABLET IN ULTIMA PAGINA

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Fisica dei Fulmini

Fisica dei Fulmini

==> CONTINUA A PAGINA 2

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.