Punti di Discontinuità di Prima Specie

Punti di Discontinuità di Prima Specie.

Esistono diverse definizioni di continuità, corrispondenti ai contesti matematici in cui vengono utilizzate: la continuità di una funzione è uno dei concetti di base della topologia e dell’analisi matematica.

La continuità di una funzione può essere definita anche in modo locale: in questo caso si parla di continuità in un punto del dominio. Una funzione continua è, per definizione, continua in ogni punto del proprio dominio.

Una funzione che non è continua è detta FUNZIONE DISCONTINUA, e i punti del dominio in cui  non è una funzione continua sono detti PUNTI DI DISCONTINUITÀ.

Per esempio, la funzione f(t) che descrive lo spazio percorso da una bicicletta al passare del tempo può essere vista come una funzione continua: in periodi brevi la bicicletta si sposta di poco. Al contrario, la funzione g(t) che rappresenta la quantità di denaro presente in un salvadanaio nel tempo è una funzione discontinua, poiché prelievi e depositi le fanno fare salti da un valore all’altro in modo discreto.

Le discontinuità possono essere ti tre tipi:

– Discontinuità di Prima Specie (Jump Discontinuity);

– Discontinuità di Seconda Specie (Essential Discontinuity) ;

– Discontinuità di Terza Specie (Point Discontinuity Removable Discontinuity).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Punti di Discontinuità di Prima Specie

Punti di Discontinuità di Prima Specie

Punti di Discontinuità di Prima Specie

===> CONTINUA A  PAGINA 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.